Dimagrimento

Il miglior esercizio per la cellulite

esercizi cellulite

 

Ecco.., ci sei cascata ancora, una parte di te spera ancora che esistano “migliori esercizi per la cellulite”. Giusto la settimana scorsa una lettrice della pagina Facebook di “Bella e in forma in 30 minuti” mi ha fatto esattamente questa domanda:

“Qual’è il miglior esercizio per dire addio alla cellulite?”

Mi piacerebbe avere una risposta “univoca” eslcamando: SONO I SALTI MORTALI CARPIATI INDIETRO! 😀 Ma in realtà… così non è.. Non esiste il “miglior esercizio”, come non esistono metodi d’allenamento migliori di altri, ogni cosa va ponderata e misurata sulla specifica persona.

Detto questo oggi voglio fornirti 7 semplici punti da seguire per dichiarare guerra alla cellulite e migliorare nettamente l’aspetto delle tue cosce, fianchi, ginocchia e glutei!

Ma prima di elencarti punto per punto cosa devi fare, occorre dare la giusta definizione alla cellulite.

La cellulite è definita in “medichese” 🙂  “pannicolopatia-edemato-fibrosa-sclerotica” ed è un problema specifico dell’ipoderma ( tessuto prevalentemente adiposo posto al di sotto dello strato superficiale della cute).

La cellulite è causata prevalentemente da una ridotta microcircolazione sanguigna e linfatica che porta all’instaurarsi di un processo infiammatorio locale più o meno grave.

Quindi tutta l’attività motoria e l’alimentazione devono andare nella direzione dell’aumento della vascolarizzazione, del drenaggio linfatico e della riduzione dell’infiammazione.

Chiariti questi concetti ora vediamo punto per punto come ti devi comportare per combattere l’inestetismo della cellulite.

Punto 1

Devi “fare girare il sangue” tramite lavoro aerobico, quindi vanno bene tutte le attività di tipo ciclico, i cosiddetti sport di endurance come il cammino, la corsa, il nordic walking, il ciclismo, il pattinaggio, il nuoto. Qual’è il migliore tra questi per la cellulite? Non ho dubbi, è il nuoto! Nuotare ti permette di fare un ottimo lavoro cardiovascolare (fare girare il sangue… 🙂 ) e beneficiare dell’effetto drenante dell’acqua che come una massaggiatrice stimola i linfonodi e il drenaggio dei liquidi. Non sei capace di nuotare? Ci sono tante altre attività in acqua che puoi fare, ottime per il drenaggio dei liquidi. In ogni caso ti consiglio di camminare oppure correre, non importa, l’unica cosa importante è che tu stia idealmente tra il 70 e il 75% della tua riserva di frequenza cardiaca massima (Formula di Karvonen, la stessa usata nei miei Video Corsi).

Punto 2

Bevi, bevi e poi bevi ancora tanta acqua naturale! Quanta..? Ti do una semplice regola, la tua pipì deve sempre e quando dico SEMPRE è proprio SEMPRE… 🙂 limpida e inodore! Deve essere trasparente come l’acqua che è entrata… 😉 . Indicativamente almeno 2 litri al giorno o più, distribuiti il più gradualmente possibile. Per intenderci berti 2 litri d’acqua in 2 ore non servirebbe a niente 😉 . A proposito di bere, ti può aiutare assumere tisane drenanti, la tua erborista di fiducia saprà come consigliarti.

Punto 3

Indossa abiti larghi e comodi, vietati i pantaloni che costringono e stringono rigidamene le tue gambe. No ai jeans strizza cosce, si invece ai leggins elasticizzati.

Punto 4

Limita il più possibile l’utilizzo delle scarpe con tacchi “vertiginosi”, più il tacco è alto e minore è l’effetto “pompante” del polpaccio, favorendo così il ristagno ematico.

Punto 5

Dormi idealmente con le gambe sollevate rispetto al busto. Lo so…, non è facile cambiare la posizione nella quale dormi.., ma ti assiucro che in meno di una settimana ti abituerai. 😉

Punto 6

Se il tuo lavoro ti obbliga a stare molte ore seduta, acquisisci l’abitudine di alzarti almeno per 5 minuti ogni ora per far circolare il sangue. Puoi anche semplicemente alzarti e salire e scendere sulle punte dei piedi, in questo modo stimolerai la “pompa muscolare”. Fare una cammnata rimane sempre l’opzione migliore. Considera che puoi continuare a lavorare ugualmente, mentre cammini puoi rispondere alle mail con il tuo smartpone oppure “ragionare” su una problematica che fai fatica a risolvere. Ricorda che “il movimento” smuove anche i pensieri! 😉

Punto 7

Organizza la tua alimentazione a base di frutta e verdura di stagione unitamente a cereali integrali e a legumi. Riduci le proteine di origine animale (per ridurre l’infiammazione), idealmente elimina tutte le carni rosse e riduci ad 1 volta alla settimana le carni bianche e le uova. Mangi una volta ogni 10 giorni salumi e formaggi in quanto ricchi di sale (favoriscono la ritenzione idrica). Ovviamente…, a proposito di sale….., hai già capito… , andrebbe fatto sparire dalla tavola 😉 .

Ecco questi sono gli accorgimenti che devi seguire per migliorare la tua cellulite, o meglio, quello che puoi fare tramite l’alimentazione e l’allenamento. Esistono anche trattamenti estetici che possono essere d’aiuto (massaggi drenanti e tutti i trattamenti che stimolano il drenaggio idrico e linfatico) sui quali non mi pronuncio, in quanto non ho esperienza diretta al riguardo.

Spero che l’agomento “lotta alla cellulite” ora ti sia un po’ più chiaro e che tu possa scegliere più consapevolmente l’attività migliore per te. 🙂

Ciao, a presto e al prossimo articolo.

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *