Allenamento mentale

Astenersi dal giudizio grazie!

Giudicare è una cosa che non andrebbe mai fatta, se non su richiesta del diretto interessato, e invece lo facciamo in continuazione. Giudichiamo i comportamenti, il modo di parlare, di vestire, l’aspetto estetico e decretiamo ciò che è giusto o sbagliato, bello o brutto, intelligente o stupido.

La “società” etichetta, categorizza, definisce le persone…

Questo accade anche nel mio ambito, quando l’argomento è il corpo è quasi “automatico” giudicare le persone. Quella è gassa, quella è magra, quella è tonica, quella è alta, quella è bassa, quella ha il sedere moscio e pieno di cellulite, quella invece è super sodo ecc… Quando andiamo al mare al posto degli occhiali da sole mettiamo uno SCANNER! 🧐😅

Che dire di questo comportamento? Dico che è assolutamente normale direi quasi “istintivo” e in questo non trovo nulla di male. Diventa “un problema” quando dal giudizio su un comportamento o su un particolare estetico passiamo al giudicare “LA PERSONA”, la etichettiamo come “GIUSTA o SBAGLIATA” e modifichiamo il nostro comportamento  nei suoi confronti in base a ciò che vedono i nostri occhi…

E’ ancora più SBAGLIATO quando questo giudizio lo esterniamo, lo condividiamo con altre persone e lo facciamo arrivare al diretto interessato.

Sei brutta, sei grassa,  sei bassa, hai le gambe storte, il seno piccolo ecc..

Sono esternazioni che possono ferire e anche molto se rivolte a persone che non sono “ben radicate”..

Questo è il grosso errore che si commette!  In base a cosa giudichiamo poi? Tutto parte dal concetto di “normalità” che poi non è nient’altro che un sinonimo di “media”.  Viene considerato normale ciò che viene fatto dalla media delle persone, veniamo definiti fisicamente “normali” in base a come sono fatte la media delle persone e tutte quelle che escono da questi “paletti” diventano “diverse” e diventano “SBAGLIATE” se non rientrano in quelle variazioni ritenute positive! Hai la tartaruga addominale allora sei OK , se invece hai “la pancia” non sei OK ecc..

Ora immagino che tu ti stia chiedendo: “ma cosa c’entra questo super pippolone sul giudizio con il fitness e il benessere”? C’entra e anche parecchio perchè corpo e stato emotivo sono sempre in continua connessione. Se sta male uno, sta male l’altro e viceversa..

Ecco perchè bisogna ASTENERSI DAL GIUDIZIO!

Giudicare gli altri è sbagliato per due principali motivi:

  1. Puntiamo il dito verso “gli altri” quando invece dovremmo guardare noi stessi, le nostre aree di miglioramento (in ogni ambito, fisico, relazionale, professionale, sentimentale ecc..) e perdiamo un occasione per cambiare (in meglio, si spera 😀). Indirizziamo quindi il focus mentale nella direzione sbagliata…
  2. I giudizi possono generare grande sofferenza.  Essere giudicato crea disagio, a nessuno piace essere “giudicato”, e il disagio suscita patimento emotivo più o meno “pesante” SEMPRE, soprattutto se indirizzato alla “persona” e non al suo comportamento!

ASTENERSI DAL GIUDIZIO PER FAVORE….

E se proprio ti scappa di “giudicare” chiediti prima di tutto perchè lo vuoi fare? Ci sono 2 motivi per il quale si può giudicare.

  1. La voglia di sminuire l’altro per innalzare noi stessi
  2.  La voglia di AIUTARE l’altro

Non prendendo nemmeno in considerazione la prima ipotesi in quanto ritengo che sia un comportamento triste e ignobile vediamo come fare a “giudicare bene” una persona che vuoi sinceramente aiutare a migliorare in 5 semplici passi.

Passo 1

Giudica sempre, sempre, sempre e solo il comportamento di una persona, mai, mai, mai “la persona”! Una persona può fare una cosa stupida, in quel momento, ma NON è una persona stupida (chissà quante volte ha fatto cose “intelligenti” prima di quella cosa stupida…😊). Mi segui? Critica il comportamento, MAI la PERSONA! Giuramelo! 🧐

Passo 2

Falle capire che tu sei dalla “sua parte” e che capisci il suo disagio, la sua sofferenza! Per portarla fuori da una situazione devi prima comprendere quella situazione.

Passo 3

Fai presente alla persona quello che non ha fatto bene, qual è la sua area di miglioramento, quale comportamento sbagliato ha messo in atto ecc.. e fallo nella maniera più delicata possibile senza però “girarci troppo intorno” da rendere il tuo feedback inutile.

Passo 4

Spiegagli come fare per “correggere il tiro” e migliorarsi. Se tu non sei capace di fare meglio del comportamento che giudichi “sbagliato” o non lo sai nemmeno in teoria allora.., come dire…., è meglio se stai zitta, lascia giudicare a persone più autorevoli…😀😉

Passo 5

Mettiti in gioco in prima persona per aiutarlo mettendole a disposizione tempo, attenzione e altre risorse (in base alle tue disponibilità e alla tua volontà/voglia di farlo. Questo passo non è obbligatorio).

Bene questa è la teoria e adesso ti faccio un esempio pratico. Facciamo finta che tu abbia un’amica in forte sovrappeso, che mangia in modo sregolato ed è una pigra cronica e che tu voglia aiutarla a dimagrire e a vivere in modo più salutare.

Vediamo insieme due “scenari possibili”:

Scenario N.1: esprimi un giudizio in modo sbagliato

“La smetti di abbuffarti! Ma non vedi quanto sei grassa? Ma non vedi che non riesci nemmeno ad allacciarti le scarpe? Ma non ti fai schifo? Smettila di abbuffarti, sembri un pozzo senza fondo”, se continui così puoi solo che peggiorare ecc..

Questo giudizio va a minare l’autostima della persona, la sua identità e nel 99,9% dei casi genera ulteriore disagio che viene placato “indovina come”? Esatto con altro cibo spazzatura!  Come pensi che sia lo stato emotivo di una persona che si sente giudicata in questo modo? Un giudizio di questo tipo non solo NON è di nessun aiuto ma aggrava ancora di più la situazione…

Ora nota invece quanto è diverso un giudizio fatto bene.  😊

Scenario N.2: giudizio espresso in modo corretto

“Hey, hey.., cosa c’è che non va oggi?  Perchè stai mangiando così? Mi spiace vederti mangiare così perché so che non ti fa bene e mi piacerebbe aiutarti! Stai mangiando senza nemmeno pensare a quello che stai facendo…So che sei in grado di mangiare bene se vuoi.   Se vuoi ti faccio vedere come si cucina qualche piatto super salutare  e buonissimo che mi preparo di solito.  E’ facile e ci vuole poco tempo! Poi ti farebbe molto bene fare attività motoria, ti va di venire con me al parco a fare allenamento 2 volte alla settimana? Ti farò vedere dei super esercizi che ti aiuteranno a dimagrire e a stare meglio e sarei felice di condividere questa esperienza con te.”

Cambia di parecchio vero? 😊

Molto bene, penso che tu abbia capito come si fa, ora ti devi solo (come sempre 😉) allenare!

Per oggi è tutto, al prossimo post!

Buon allenamento e buon cammino per diventare la versione migliore di te stessa! 🤗

3 pensieri su “Astenersi dal giudizio grazie!

  1. Sacrosanta verità, io sono sempre stata giudicata in maniera non produttiva, io ho sempre pensato non fare agli altri quello che non vuoi venga fatto a te e ho sempre cercato si astenersi nel giudizio mettendomi anzi nei panni della persona…oggi anche grazie a te guardo me stessa e cerco di migliorare il più possibile non ascoltano giudizi di altri …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *